Diventare Istruttore

Scuola Italiana Monoruota, organizza con cadenza semestrale seminari didattici finalizzati all’insegnamento.
I seminari di aggiornamento istruttori sono svolti con cadenza annuale.
Teoria, Pratica, Didattica applicata all’insegnamento, Primo soccorso e BLSD sono le materie di studio per le quali i nostri istruttori professionisti periodicamente si sottopongono a verifica.

Tra gli obiettivi di Scuola Italiana Monoruota troviamo la creazione di un metodo standard ed efficace che possa essere adottato da tuti gli insegnanti sul territorio italiano.

La didattica creata sino ad ora e raccolta in un manuale tecnico, è molto dettagliata, tuttavia, nonostante sia frutto di un lungo lavoro e tanta esperienza, riteniamo che non possa definirsi completa.
Vi sono argomenti che in futuro potranno essere ampliati nell’esposizione e altri, ancora non presenti, che dovranno essere implementati nella nostra nuova didattica.
Nel contempo, per diventare istruttore non basta certo uno stage organizzato in un weekend.

Un corso professionale dedicato all’attività di insegnamento, per le sue caratteristiche intrinseche, impegnerebbe mesi di incontri didattici programmati e tanto allenamento per l’esaminando.

Il corso così strutturato richiederebbe per il candidato, un grande impegno sia in termini di presenza sia a livello economico, considerando che la nostra Associazione non è localizzata sul territorio ma ha estensione Nazionale.

Alla luce di quanto esposto, e considerati i tempi davvero limitati che abbiamo a disposizione da dedicare alla formazione degli istruttori, siamo a proporre una formazione “incrementale”, che di anno in anno possa aggiungere qualcosa alle nozioni tecniche – teoriche e al bagaglio esperienziale di ogni insegnante.

Il metodo didattico sarà rivisto nel tempo mediante corsi di aggiornamento istruttori e implementato man mano delle parti mancanti a cui seguirà una verifica annuale (volgarmente già denominata “esame”)

Dal momento che la figura di Istruttore di monoruota, attualmente non è da ritenersi completa nella sua argomentazione didattica, ne sovviene che abbia poco senso definire il soggetto che si sottopone ad una verifica didattica con gli output “Superato – Non Superato” e si ritiene opportuno che venga valutato con un punteggio che possa restituire un più coerente grado di preparazione.

Le motivazioni che inducono i soci a partecipare ai seminari didattici sono differenti; taluni saranno a frequentare i corsi allo scopo di dedicarsi un domani all’insegnamento, mentre altri lo faranno esclusivamente per la propria cultura personale.

Una verifica che possa in maniera discretamente precisa offrire una valutazione sul grado di preparazione, servirà ad alcuni soggetti a confrontarsi periodicamente con la materia di studio, aumentando e verificando il proprio livello di preparazione e nel contempo, offrirà alla nostra Associazione un metro di confronto per designare quelle persone che dimostrando attitudine ad insegnare saranno in futuro referenziate da Scuola Italiana Monoruta

Attualmente tra le discipline olimpiche del CONI non esiste il monoruota elettrico, per cui allo stesso modo non esiste una figura riconosciuta e denominata “Istruttore”; per questa ragione chiunque, sul territorio italiano, in questa condizione può improvvisarsi insegnante.

Ricordando che Scuola Italiana Monoruota è la prima associazione sportiva (ASD) associata a ENDAS, affiliata al CONI e ora affiliata a ANPAS Liguria, che nasce sul territorio italiano, possiamo valutare questi elementi come fonte di serietà ed autorevolezza, nei confronti del pubblico, degli sportivi e delle istituzioni.

Ecco quindi cosa differenzia un “istruttore” della nostra Associazione da qualsiasi insegnante improvvisato sul territorio; Scuola Italiana Monoruota referenzierà l’insegnante che dimostrerà una capacità tecnica ed una preparazione didattica in linea con il programma didattico per l’anno in corso.

Questo sistema, che permetterà di avere istruttori competenti e preparati, mira inoltre a sradicare quei “vizi” tecnici e posturali che il soggetto tende a portare con se nel tempo, dal momento che aggiornamenti e verifiche annuali potranno essere anche personalizzate.

Con questo metodo valutativo che consiste nella verifica di quanto appreso al seminario didattico, la prova potrà definirsi superata con un punteggio minimo di 60 centesimi

Tuttavia, si ritiene che per poter esercitare l’attività di insegnamento, il candidato dovrà disporre di un adeguata preparazione che potrà dimostrare superando le verifiche con un punteggio minimo di 85 centesimi (soglia che potrà essere modificata nelle successive prove per ottimizzare i risultati).

Annualmente la commissione didattica, di comune accordo, si impegna a valutare le integrazioni e/o le modifiche al programma di studio per l’anno successivo.

 

Adempimenti di Scuola Italiana Monoruota nei confronti del socio Istruttore

 

Il socio istruttore riceverà dall’Associazione

  • La referenza sul portale dell’Associazione, inserendo il suo nome nell’elenco delle persone, distinte per regione, che sul territorio italiano applicano la nostra didattica, con una formazione in costante aggiornamento
  • Una pagina Web dedicata, in cui il socio potrà inserire testo, foto e altri elementi che descrivono la propria scuola e relativa attività didattica
  • Indirizzo email ufficiale (tizio.caio@scuolaitalianamonoruota.it)
  • Il certificato valutativo delle verifiche
  • Il tesserino istruttore (card) con validità per l’anno in corso
  • La Patch velcrata Istruttore (che rimane di proprietà dell’Associazione)
  • Sconti e convenzioni abbinate alla tessera istruttore
  • Propaganda e promozione sui canali social e Web
  • Possibilità (in base a punteggio personale) di prendere parte a commissioni d’esame

 

Adempimenti del socio Istruttore

  • Il socio istruttore è tenuto a versare la quota sociale annuale dedicata che come previsto da statuto ammonta a Euro 100,00 per il socio attivo ed Euro 300,00 per il socio non attivo.
  • Può richiedere la tessera istruttore, colui che in regola con il versamento della quota sociale, abbia superato la verifica periodica con un punteggio minimo di 85 centesimi.
  • Il socio che vorrà mantenere lo status di istruttore ha l’obbligo di prendere parte ai corsi di aggiornamento annuali e a sottoporsi alle relative verifiche.
  • In caso di rinuncia allo status di istruttore, il socio si impegna a restituire la patch velcrata.